Industria 4.0


IMA è Industria 4.0 poiché risponde al concetto di produzione digitalizzata, automatizzata e interconnessa.

La tecnologia IMA si traduce nell’ottimizzazione dei consumi e delle prestazioni, nel risparmio delle risorse energetiche e non solo, guardando al futuro nell’ottica della sostenibilità. Il cambiamento è già qui e tu puoi farne parte!


Grazie alla tecnologia digitale i macchinari IMA sono in grado di raccogliere e gestire i dati, oltre che restituirli e interscambiarli con i sistemi esterni. Per questo possono beneficiare di alcune misure messe in campo dall’ex pianoindustria 4.0 (ora Piano Transizione 4.0).
L’obiettivo, rafforzato dalla Manovra 2021, è favorire le imprese nel processo di transizione tecnologica e di sostenibilità ambientale. Vengono così prorogate al 31 dicembre 2022 le misure cardine del Piano Transizione 4.0 con una serie di novità.
Per gli investimenti in beni strumentali materiali 4.0 per tutto il 2021 il credito d’imposta è riconosciuto nella misura del 50% del costo, per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro.
È possibile accedere al credito d’imposta Transizione 4.0 fruendone in compensazione, in tre quote annuali di pari importo, oppure in un’unica quota annuale nel caso di investimenti in beni strumentali effettuati dal 16 novembre al 31 dicembre 2021, da parte di imprese con ricavi fino a 5 milioni di euro.
La disciplina delle aliquote al rialzo, però, si applica agli investimenti effettuati fino al 31 dicembre 2021, ovvero entro il 30 giugno 2022, sempre che entro la fine del 2021 l’ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.
Per gli investimenti effettuati invece dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022, ovvero entro il 30 giugno 2023, a condizione che entro la data del 31 dicembre 2022 risulti quanto già sopra riportato, il credito d’imposta per beni strumentali materiali 4.0 viene riconosciuto nella misura del 40% del costo, per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro.
I benefici del piano Transizione 4.0 possono essere incrementati dalla Nuova Sabatini 2021 (la misura Beni Strumentali). Tale misura prevede la concessione di un contributo del 3,575% sugli investimenti 4.0. Il contributo è erogato dal MiSE alle imprese beneficiarie in una sola tranche, indipendentemente dall’importo del finanziamento concesso.
Tutte le istruzioni operative ed i chiarimenti del caso sono riportate nella circolare direttoriale n. 434 del 10 febbraio 2021 – Beni strumentali (“Nuova Sabatini”). Nell’Allegato n.3 si trova anche il fac-simile con il Modulo di richiesta erogazione.

IMA ha intrapreso questo percorso già da molto tempo, quando nel 2013 introdusse la prima linea di prodotti totalmente basati su tecnologia digitale, compiendo un grande passo avanti nella direzione Industria 4.0.

Soluzioni all’avanguardia che consentono di connettere sistemi di gestione e controllo di ultima generazione con il gestionale dei clienti in modo da pianificare la produzione, monitorarla, analizzarne i dati in tempo reale e individuare le aree di intervento per migliorare la produttività.

Il tutto per ottimizzare la gestione degli impianti ed entrare in una nuova era della fabbrica ad automazione totale e “lean oriented”.

Un concetto quest’ultimo ancora non molto compreso, una filosofia di pensiero e un’ azione concreta che comportano il miglioramento delle condizioni interne dei processi aziendali per ottenere un output d’eccellenza.

La Lean Production e più in generale il Lean Thiking è sempre più visto come un modo di pensare e una filosofia da seguire in quanto fa riferimento a tutto quello che è necessario per migliorare la flessibilità, la qualità e l’intera struttura produttiva aziendale, partendo da 5 principi fondamentali:
• identificazione del valore percepito dal Cliente
• identificazione delle attività che creano valore percepito dal cliente, con conseguente eliminazione degli sprechi
• creazione di un flusso scorrevole delle attività che creano valore
• sincronizzazione con le richieste del cliente e quindi del mercato
• inseguimento della perfezione, attraverso il miglioramento continuo.

Togliere ciò che non serve, preservare ciò che è necessario, implementare ciò di cui l’azienda ha bisogno, avendo sempre come riferimento il valore percepito dal cliente.

Analisi dei sistemi produttivi, progettazione della fabbrica intelligente in funzione delle diverse esigenze, realizzazione dei software e dei sistemi di integrazione, fornitura dei macchinari, installazione finale e monitoraggio costante sono la mission per i nostri clienti.
Tutto ciò si traduce in una perfetta integrazione dei sistemi e automazione dei processi produttivi che cambieranno definitivamente l’ idea di produzione e produttività.

Per maggiori informazioni e documentazione compilate il modulo sottostante.

Cap. Soc. € 135.200 i.v. - R.E.A. di Brescia 218195 - Iscr. Reg. Imprese di Brescia P.IVA 00587080987 - C.F. 00905260170 - Note Legali
Privacy & Cookie policy - Agenzia di Comunicazione